“ Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa.”.
(Rudolf Steiner)

19 novembre 2006

Pane di segale a lievitazione mista con semi di sesamo





170 g di lievito naturale rinfrescato con farina di segale
400 g farina integrale di segale

100 g farina 00
100 g ai 7 cereali Spadoni
300 g acqua
8 g sale
1 g lievito di birra secco

Il lievito naturale ( o pasta madre) che ho usato è quello di 200 anni che mi ha dato Gabriele Bonci del Pizzarium.
Ho rinfrescato il lievito con la farina di segale e quando mi è sembrato bello attivo ne ho presi 170 g e li ho impastati con gli altri ingredienti.
La quantità d'acqua può variare perchè le farine possono avere diverse cappacità di assorbirne, diciamo che l'impasto deve essere molto morbido senza appiccicare.
Impastare a lungo e mettere l'impasto a lievitare. Ci sono volute circa 7 ore perchè raddoppiasse.
A questo punto ho fatto due giri all'impasto, l'ho diviso in 3 e ho fatto una treccia, l'ho spennellata di acqua e coperta di semi di sesamo.
Ho fatto di nuovo lievitare (circa 2 ore) e ho cotto il pane su pietra refrattaria per 45 minuti a 200/220 °C.

8 commenti:

  1. bella questa treccia!
    Anch'io ho spennallato il pane con l'acqua come per le focacce; per essere precisi con le focacce uso acqua e sale.

    Dani mi hai stregata! Sto già pensando a un certo negozietto e al prossimo saccheggio di farine :-))

    RispondiElimina
  2. Ciao Daniela!
    Brava, bel risultato, almeno sotto l'aspetto visivo.
    Hai mai pensato a dare in merito qualche dritta
    a qualcuno che conosci che nonostante
    gli sforzi encomiabili... :(((

    RispondiElimina
  3. Fragolina, ieri non riuscivo a mettere i commenti. Cosa vuol dire che ti ho stregata?? :-))

    Brifazio, non so a chi ti riferisca... :-ppppp

    RispondiElimina
  4. complimenti per questo pane! Non ho mai provato la pasta madre e non saprei come iniziare, se trovassi anch'io qualcuno che me ne da un poco... peccato che sono di milano e il tuo amico pizzaiolo sarà difficile incontrarlo!
    Bravissima Ciao

    RispondiElimina
  5. Mattop, hi spedito la pasta madre del mio amico, seccata da me, a tutti quelli che me l'hanno chiesta. Basta dirlo e te la mando.
    Scrivimi l'indirizzo in mail

    RispondiElimina
  6. Oggi ho fatto il pane con:

    170 g di lievito naturale rinfrescato con farina di segale
    400 g farina integrale di segale
    200 g farina 00
    100 g fiocchi di avena
    400 g acqua
    8 g sale
    1 g lievito di birra secco

    tra poco lo metto in forno

    RispondiElimina
  7. Scusate l'intrusione...

    io il pane di segale lo faccio solo con farina di segale ed acqua. E' buono, e siccome resta umido, dura un sacco.
    Di positivo ha che, non usando il lievito, ci vuole pochissimo per farlo, solo il tempo di cottura.
    Forse è una ricetta un po' grezza, e forse la crosta resta un po' durina, ma a me piace. Durante la cottura è bene lasciare in forno un pentolino d'acqua.

    Naturalmente, se si vuole, si possono aggiungere semi di ogni genere dentro e sopra.

    Lo faccio anche dolce, sempre senza lievito, con: miele, noci, uvetta, cannella, finocchio/cumino, a piacere.
    Dura un sacco, si taglia a fette, magari per la mattina ma non solo.

    Un saluto e complimenti per il blog,
    Chiara

    RispondiElimina
  8. Chiara, ma senza lievito vienen come quello compatto che si vende?
    Puoi dire qualcosa di più?
    Grazie

    RispondiElimina

LinkWithin

Ti potrebbe interessare anche: Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...