“ Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa.”.
(Rudolf Steiner)

05 giugno 2006

Bavarese al vinsanto di Vissani (con modifiche)



rispetto alla ricetta del Maestro ho fatto un paio di cambiamenti: ho fatto una base con biscotti, burro, zucchero e ho accompagnato la bavarese con una salsa alla vaniglia (ricetta sempre di Vissani) invece della crema inglese ai cantucci. Per finire ho decorato il dolce con albicocche tagliate a spicchi e cotte in acqua e miele.


3 tuorli
zucchero 125 g
latte 200 cc
colla di pesce 5 fogli
panna 350 cc
vinsanto 200 cc
cantucci 200 g
crema inglese 350 g
zucchero a velo q.b.


Montate i tuorli con lo zucchero, fate bollire il latte con il vinsanto, poi unite i due preparati e portate a bollore. Inserite la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda per 10 minuti. Lasciate raffreddare il composto, quindi incorporate la panna montata, versate nello stampo e lasciate raffreddare in frigorifero. Preparate la salsa facendo sobbollire con la crema inglese i cantucci tritati finissimi. Lasciate raffreddare, poi versate a specchio sul piatto, adagiatevi il bavarese e spolverate con lo zucchero a velo.
Salsa alla vaniglia (Vissani)
uova 2
zucchero 150 g
latte 180 cc
panna 180 cc
vaniglia 1 stecca
Fate bollire il latte e la panna con la stecca di vaniglia, unite le uova montate con lo zucchero, fate sobbollire, filtrate allo chinois e lasciate raffreddare.

9 commenti:

  1. scusa ma ... non eri a dieta!? VOGLIO ASSOLUTAMENTE IL NOME DELLA DIETOLOGA che permette certe delizie! belle anche le modifiche, saluti golosi cat

    RispondiElimina
  2. Non l'ho mangiato io... tanto semplice :-((((((((((

    RispondiElimina
  3. Dani, ma che bella e buona che deve essere!!!!
    Bravissima, amica mia :-))))
    ciao
    ghiandina

    RispondiElimina
  4. complimenti per la forza di volontà! io avrei dovuto passarmi il nastro da pacchi tutto intorno alla bocca per resistere, saluti golosi cat

    RispondiElimina
  5. Grazie Ghiandina :-))))

    Cat, ti svelerò un segreto.... molte delle cose che vedi fotografate in realtà sono formato mignon.
    Il pane frattau l'avevo fatto in un poatto da dolce con le uova di quaglia, il sapore resta lo stesso ma posso mantenere la dieta e la bavarese di Vissani l'ho fatta riducendo le dosi ad un terzo e usando un cerchio da 15 cm :-)))))))

    RispondiElimina
  6. Dani questa torta è proprio bella bella!!!

    Io pure spesso provo a diminuire le dosi.... ma assolutamente non riesco a cucinare e poi non mangiare!!!

    baciotti!!

    RispondiElimina
  7. insomma sta variazione mi sembra molto anni 80 :ppp :-DD

    RispondiElimina
  8. Hai ragione... ma che me frega, mica devo aprire un ristorante. :-))))))))))

    Vuol dire che lo offrirò al nostro amico GML molto amante dei piati di quegli anni...

    RispondiElimina
  9. Veramente golosa... Cucinare molto è un bel deterrente per non mangiare! Io riesco a farmi venire la nausea, così la dieta è salva e la soddisfazione te la da comunque che assaggia...

    RispondiElimina