28 aprile 2007

Guacamole con gamberi al vapore


Ho schiacciato l'avocado maturo (ma non nero) con la forchetta dopo averlo tagliato in 2, sbucciato e disossato.

Condisco la polpa dell'avocado con succo di limone, sale, olio, cipollina fresca tagliata fine (facoltativa) peperoncino e un pomodorino tagliato a cubetti piccoli.

L'ho servito freddo a forma di quenelle con code di gambero cotte al vapore ancora tiepide, condite con un filo di olio, e un crostino ma la cosa migliore sarebbe fare delle chips di mais.

Ogni volta che compro un avocado infilzo il seme con 3 stecchini messi alla base in modo che si possa mettere il seme sospeso su un bicchiere. Riempio il bicchiere d'acqua finoa sfiorare la base del seme. Lascio lì qualche settimana aggiungendo acqua quando evapora. Quando il seme fa le radici trapianto in un vaso con la terra. Lascio crescere la pianta fino a quando dopo qualche mese immancabilmente muore.

5 commenti:

  1. Sono stato invitato sabato sera da amici e mi hanno proposto il/la guacamole che soltanto poco prima avevo scoperto cosa fosse perché l'avevo vista pubblicata sul tuo sito. Avevo anche memorizzato la tua ricetta, che si differenzia da quella del mio amico perché quest'ultimo ha usato l'erba cipollina (in luogo del cipollotto) e l'aglio. Buonissima!!!

    RispondiElimina
  2. pensa che da qualche parte ho letto che la ricetta originale prevede solo olio sale e pepe, anche se mi sembra strano, io avrei detto peperoncino

    RispondiElimina
  3. L'ultimo capoverso è tremendamente ingannevole..
    uno lo legge pensando:
    "ma guarda te, Daniela pure gli avocado coltiva!"
    Eppoi c'è questo finale così triste...

    E' andato in onda il film dal titolo:

    La tragedia dell'avocado

    RispondiElimina
  4. Nini: grazie, è stata una cenetta per me da sola, quasi improvvisata perchè avevo l'avocado in frigo che mi aspettava :-)

    Tulip, ma non è triste, è la vita :-)))

    RispondiElimina