07 agosto 2007

Patatine fritte come Sforno insegna

Le ho mangiate per l'ennesima volta da Sforno e mi è venuta voglia di rifarle dopo tanto tempo che non le facevo.
Patate biologiche a pasta gialla, meno ricche di amido. Lavate, sbucciate e tagliate fini. Messe a bagno
per far perdere l'amido, centrifugate e messe ad asciugare un po' all'aria (non troppo).
Fritte in olio di arachidi profondo poche alla volta. Salate solo dopo cotte e accompagnate con ketchup (magari fatto in casa).

29 commenti:

  1. Mamma mia che fame che mi hai fatto venire.... comunque anche io le avevo fatto in casa... bè, tutta un' altra cosa e soddisfazione... ci vuole un pochinodi tempo, ma il risultato è altroche ottimo :-))

    RispondiElimina
  2. Certo che tu un "fischio" mai eh !?!?! :-D :-D

    RispondiElimina
  3. la ricetta del ketchup fatto in casa ce l'hai?

    RispondiElimina
  4. Daniele, secondo me ci vuole di meno. Con la mandolina si tagliano velocemente e cuociono prima delle altre perché più sottili. :-))

    Jajo: l'ultima volt a sono andata da Sforno con i forumisti di coquinaria, ma ti va ci andiamo appena riapre.

    Lefrancbuveur, io seguo la ricetta della salsa rubra del talismano della felicità, ma ne ho altre prese dai forum di cucina, se vuoi le posto.

    RispondiElimina
  5. molto interessante l'ammollo per far perdere l'amido.

    per quanto riguarda la ricetta della salsa rubra a me interesserebbe, la preferisco di gran lunga al ketchup.

    max
    http://lapiccolacasa.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Max e lefrancbuveur, per ora vi metto questo link e poi a casa provvedo a copiare:

    salsa rubra di giallo zafferano

    RispondiElimina
  7. Proverò a farle, sembrano ottime ;)
    Spero solo di non combinare troppi guai...

    RispondiElimina
  8. ... o magari "pucciate" nella maionese-fatta in casa ovvio- di cui oramai sono diventata espertissima!!! e pure golosissima (sob!)
    ps: Dani come faccio a liofilizzare la pasta madre o comunque a renderla "spedibile" (scusa se sfrutto la sezione commenti, ma mi va più comodo così che non scriverti una mail...) ciao e grazie!!!!!

    RispondiElimina
  9. caleidoscopicum, non credo che tu farai guai. :-))

    Venere, io conosco 2 metodi. Uno è quello di spatolare il lievito sulla pellicola, farlo asciugare e staccarlo, ne ottieni delle scaglie.
    Un altro è quello di pesarlo, aggiungere uguale peso di farina, sfarinare il tutto e metterlo ad asciugare su un vassoio coperto di scottex rigirandolo spesso. Quando è secco metterlo in busta di plastica e in frigo. Volendo lo puoi setacciare e usare solo la parte più fine. In ogni caso quando lo riattivi lascialo molte ore in acqua frizzante in modo che si ammorbidisca bene.

    RispondiElimina
  10. Simona mi ha già precettato dopo il suo ritorno dalla Puglia :-D
    Andiamo !!!!

    RispondiElimina
  11. Jajo, andiamo!! ma dove? da Sforno o da Bir&Fud? :-)

    RispondiElimina
  12. Sono andata a prendere il sushi in via del Boschetto...non male, però niente di incredibile!
    Si sente che è preparato da un pò.
    Se vuoi mangiare un buon sushi vai da Sushisen (non mi ricordo la via, comunque vicino alla Piramide), il livello è nettamente superiore (anche i prezzi certo!).
    E' un vero e proprio ristorante ma puoi anche portare via e preparano a vista. Buonissimo.
    Ciao Antonella

    RispondiElimina
  13. mi posso autoinvitare alla vostra uscita? :-)
    Io voterei per birefud.

    RispondiElimina
  14. Antonella, qual è quello di via del Boschetto? volevi dire via dei Serpenti? lo fanno lì per lì sul bancone di solito

    Francesca, ovvio che sei invitata :-)))

    RispondiElimina
  15. Allora te, Simona, Arianna, Francesca ed io tutti da Bur & fud (e poi anche da Sforno... perchè no ?!? :-D)
    Dai dai dai, rifacciamo un miniraduno :-)

    RispondiElimina
  16. Sforno riapre il primo settembre, bir&fud il 20 agosto... fate voi. Io il 20 ci sono :-))

    RispondiElimina
  17. vengo anch'io se posso...però io torno il 26. dal 27 sono sempre disponibile. mi attendete?
    ciao
    lfb

    RispondiElimina
  18. Lefrancbuveur, ma certo. IO però posso dal 20 al 24 oppure asettembre. Direi di fare due violte o a settembre in modo che ci siamo tutti.

    RispondiElimina
  19. Vada per settembre :-D
    Buone ferieeeeee a tutti (Opel permettendo) :-D :-D

    RispondiElimina
  20. Grazie dani e buon appetito!

    RispondiElimina
  21. allora ok per settembre. Comunque Daniela io il 20 ci sono se ci andasse di fare un giro al negozio di bri%fud. Ieri sera dopo Ikea mi sono fermata a cena da Sforno. Certo, sta proprio lontano dalla mia zona (Monteverde) ma ne è valsa la pena. Ho mangiato le tue patatine :-), e i supplìm veramente buoni.

    RispondiElimina
  22. francesca, scriviamoci in mail per il 20, ma prima controllo se il negozio è aperto.

    :-P

    Anche io ero stata invitata da Sforno ieri ma sono senza macchina.

    RispondiElimina
  23. Ancora senza Opel ?!?!?! AHIAHIAHIAAAAAA :-(
    Vuoi che parta io per la Sardegna ? :-D
    Beh, il 20 ci siamo anche noi :-)cqcqwù

    RispondiElimina
  24. La ritiro oggi per fortuna :-))))

    RispondiElimina
  25. Innanzitutto complimenti per il blog..è favoloso!
    Volevo chiedere una spiegazione tecnica.
    Le patate si metteno in ammollo con sola acqua?Per quanto tempo?

    Saluti!

    RispondiElimina
  26. Irene: solo acqua fredda, le patate perdono l'amido e si arricciano un po'. L'acqua diventa opaca e si butta via. Mi raccomando di asciugarle bene o schizzano nell'olio. Io le ho lasciate circa 15 minuti ma puoi lasciarle di più.

    :-PP
    PS: grazie dei complimenti. :-))

    RispondiElimina