20 novembre 2017

Olive in salamoia con alloro e finocchietto. La ricetta del lunedì.



La  nostra raccolta delle olive per l'olio si è conclusa da un po' ma per alcune olive siamo ancora in tempo a metterle in salamoia perché secondo la varietà, l'altitudine, l'esposizione e altri fattori  microclimatici l'invaiatura è a differenti stadi. In questo barattolo vediamo olive sia verdi che nere o in fasi  intermedie che provengono dalla stessa  pianta.



A casa nostra siamo grandi mangiatori di olive e ogni anno ne facciamo con metodi diversi, tipo Gaeta, nere sotto sale, nere al forno, verdi in salamoia e queste con alloro e finocchietto.

Sono come le faceva mia nonna in Sardegna, ma cercando sul talismano della  felicità le chiamano alla  siciliana.

Questa la ricetta che consente di avere olive  buone in poco tempo. 

olive verdi, nere e miste
Acqua
sale
semi e rametti di finocchio
foglie di alloro

Scelte delle belle olive sane, si immergono in un vaso in vetro o terracotta in abbondante salamoia fredda in cui in precedenza è stato fatto sciogliere sul fuoco un 10% di sale e aromatizzata con rametti e semi di finocchio e foglie di alloro.

Si dispongono sul recipiente dei ramoscelli di finocchio selvatico per tenere sommerse le olive.


Si lasciano così per 40 giorni prima di usarle. Alla fine  del tempo si mettono in  altri barattoli  puliti sostituendo la salamoia vecchia con una  nuova sempre al 10% di sale.

Nessun commento:

Posta un commento