26 aprile 2013

Pane morbido con zaatar


Lo zattar chiamato anche zaatar, za'tar, zatar, zatr, zattr, zahtar, zahatar, zaktar o satar (dall'arabo: زعتر , Zaʿtar e dall'armeno զահթար in ebraico זעתר) è una miscela di spezie originaria del medio oriente. Il termine arabo zaʿtar si riferisce ad alcune piante locali della famiglia delle Lamiaceae, tra le quali maggiorana, origano e timo (a cui si aggiunge sesamo e sale).
da wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Zattar



Questa è la seconda spezia ricevuta  in regalo dalla  Giordania  dopo  il  sumac e  l'ho voluta  usare  in  una preparazione simile a quella che si  fa in Libano, dove si utilizza  per aromatizzzare  una focaccia  bianca. Ho  preparato quindi un pane  morbido a  lievitazione mista e l'ho cosparso in superficie  con  un  po'  di  zaatar.



Ho  leggermente  modificato la  ricetta originale :

250 g farina debole
250 g farina forte
300 g latte
200 g  lievito madre rinfrescato
25 g olio extravergine di oliva
4-5 g lievito di birra
20 g zucchero
10 g sale
zaatar


 Prendere 200 g di lievito madre rinfrescato. Ho impastato la sera verso le 21 la farina forte con il lievito madre, il  latte, lo zucchero e  fatto maturare tutta la notte.
La  mattina dopo (alle  6,20/7,00) ho aggiunto il sale, l'olio, 250 g di farina debole e pochi  g di  lievito di birra. Ho lavorato bene e messo l'impasto nella forma, oliata con un pennello e  cosparsa  di zaatar, in  modo che  la  pasta  arrivi fino a circa metà altezza. (Un segreto dell'autore: arrotolare la pasta con forza per dargli la forma in modo che in cottura rimanga unito).
Ho lasciato lievitare fino a quando l'impasto non ha raggiunto il bordo dello stampo e ho infornato per 30 minuti in forno caldo a 200°C poggiando lo stampo su  pietra  refrattaria.
Dopo  30 minuti  ho  controllato la  cottura  con  uno  stecchino, tolto  il pane  dalla  forma  e  messo  a  raffreddare  sulla  griglia   dentro al forno spento e  aperto.

Ottimo per la  scampagnata del 1  maggio!!

Il pane nella  fase  di  asciugatura   in   forno

1 commento:

  1. Non ho sentito parlare mai di questo zaatar ,sono curiosa si assaggiarlo,e cosi ci proverò a fare questo pane al più presto,mi sembra un ottimo pane.Grazie per condividere questa ricetta con tutti noi

    RispondiElimina