24 luglio 2017

Millefoglie di patate e pomodori con pesto di rucola. La ricetta del lunedì.

E il pesto di rucola mi è piaciuto così tanto che l'ho rifatto.
Non c'è ricetta con dosi, si va a sentimento. Io avevo un misto di rucola, basilico e prezzemolo dell'orto in terrazzo" e mi sono sbizzarita.

 
Per  il pesto:
rucola
basilico
prezzemolo
aglio
olio extravergine
sale

Lavare e asciugare bene le foglie di prezzemolo, basilico e  rucola. Tritarle fini al coltello con uno spicchio di aglio. Condire con olio e sale e mettere  in una ciotolina.
E poi mio padre mi ha portato della verdura dalla campagna e  allora anche  lì mi sono fatta prendere la mano dall'anima contadina che cucina "con quello che c'è". E ho inventato.
Che poi ho fatto solamente quello che  forse facevano spesso le nostre nonne. Ho scelto tra i  frutti della terra  quelli ch emi ispiravano ed  ecco questo millefoglie da mangiare freddo dopo un congruo riposo un po' come molti piatti estivi. cotti al forno.

per il  millefoglie:
pomodori cuore di bue o tondi da riso, carnosi con poco succo e molta polpa
patate
pesto di rucola
olio extravergine

In una teglia unta con poco olio alternare strati di patate, lavate, sbucciate e tagliate sottili, a pomodori a  fette. Su ogni strato distribuire un po' di pesto. Continuare fino al bordo tenedosi un po' più bassi.
Condire con olio e  infornare  a 180°C per  45  minuti .
Alzare la temperatura e cuocere altri 15 minuti a 200°C in modo che le patate dell'ultimo strato diventino croccanti.
Spegnere e far riposare.
Mangiare freddo con pane buono, meglio se fatto con lievito madre, possibilmente sotto un ombrellone  in riva al mare.
Perfetto da portare come pranzo in ufficio o  in spiaggia.

4 commenti:

  1. Ma che sfiziosa questa ricetta... tutti ingredienti che adoro! A presto LA

    RispondiElimina
  2. un piatto delizioso, complimenti per la ricetta!
    Tanti saluti dal Monte San Vigilio.
    Giulia

    RispondiElimina