12 ottobre 2020

Torta al profumo di Satsuma Miyakawa e mele. La ricetta del lunedì.


Conoscete l'agrume chiamato Satsume Miyakawa ( o Miyagawa a seconda  se nella parola originale  sulla  sillaba ka c'è il nigori cioè ". O come li chiamava Ban Sensei, la mia prima insegnante di giapponese, "chon chon"). Io no fino a 2-3 anni fa eppure sono stati portati in Europa dai gesuiti alla  fine del 1700 (pare, dicono). Sono gli agrumi che maturano per  primi, già in ottobre fino a  dicembre e sono i più consumati in Korea e Giappone. Originari della Cina, come tutti gli agrumi, hanno avuto subito una grande diffusione di coltivazione in Giappone dove viene utilizzata anche la buccia in cucina. Seccata e tritata fa parte del mix di sette spezie chiamate Shicimi Togarashi (detta anche, non solo per la facilità di pronuncia “Nanami Togarashi"). Nel numero quattro (Shi detto anche Yon) e nel numero sette (Shichi o anche Nana) è presente il suono Shi che significa morte ed è il motivo della pronuncia alternativa. La traduzione del nome della spezia è quindi sette (Shici o Nana) sapori (Mi) peperoncino (Togarashi): peperoncino ai sette sapori. Una di questi sette è appunto la scorza di mandarino giapponese nella varietà a scorza arancione. Questo agrume ha tre varietà: a scorza verde, gialla o arancione.

Quattro anni fa avevo usato questa spezia per condire la pasta.

Oggi ho comprato questi mandarini e ho  fatto questa torta.

La ricetta nasce da una torta "irrealizzabile" trovata  online che ho modificato. Nelle  dosi  originarie c'erano troppi  liquidi  rispetto ai solidi e si  rischiava ce la  torta  restasse  un vero mattone. Dopo un po' di prove ho trovato i giusto compromesso. Tutto dipende anche dalle dimensioni dell'uovo e se l'agrume è  più o meno succoso. Regolatevi quando aggiungete la farina.

Torta al satsuma miyakawa e mele

(stampo da  plum cake da  25 cm al max)

Mela 100 g

satsuma miyakawa 100 g

farina 170 g

zucchero 70 g

olio di semi 2 cucchiai

uovo 1

cremore di tartaro  e bicarbonato di sodio 7 g (circa 1/2 bustina)


facoltativi:

cannella

spezie

uvetta

gocce di cioccolato

granella di zucchero


Pulire la mela, lavarla, sbucciarla, eliminare il torsolo e tagliarla a cubetti, sbucciare  e “spicchiare” l’agrume e  frullarli fino a ottenere una mousse. Non è necessario  aggiungere altri liquidi. Unire tutti gli altri ingredienti principali e miscelare facendo montare un po’ il composto.

Aggiungere “a mano” gli altri ingredienti facoltativi secondo i  gusti. Io ho messo delle  gocce di cioccolato.

Ungere e infarinare uno uno stampo da  plum cake di circa 20-25 cm oppure  foderarlo con carta forno bagnata.

Versare il composto e guarnire  con  granella di  zucchero.

Cuocere in forno statico a 180° C, controllare la cottura con uno stecchino, se il dolce è  pronto uscirà pulito, oppure lasciare in forno per altri 10 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento