04 dicembre 2017

Baccalà e polenta. La ricetta del lunedì.




In realtà potremmo chiamarla "Aspettando Natale". Il  freddo, le giornate corte, le  luci, i pranzi, le  prove per la cena della  vigilia, tutto  ormai ci porta  già al Santo Natale.
E allora perché non coccolarci con un  buon piatto di polenta  e baccalà che fa calore? E magari rifarlo alla  vigilia di Natale, perché no! 

Frequentando forum di cucina e gruppi su Facebook scopro che per la Vigilia di Natale anche nel Salento c'è la tradizione di condire la pasta con un  sughetto fatto con il baccalà. Si rosola l'aglio e la cipolla, si aggiunge un po' di pepe in grani, alloro e i tranci di baccalà. Per finire si aggiunge la passata di pomodoro e sale.
Ho preso lo spunto, ho aggiunto anche delle olive, ho  tolto l'alloro e aggiungo dell'origano e ho usato questo sugo per condire, invece della pasta, una polenta fumante.

Ingredienti per 4 persone

300 g di farina di mais bramata
1 litro acqua
sale
olio extravergine

800 g di baccalà già bagnato
una carota piccola
una cipolla di Tropea piccola
una costa di sedano
(oppure un  cucchiaino del mio dado vegetale casalingo)
prezzemolo
olio extravergine
olive  nere
basilico
pelati 300 g
sale
pepe

Per la polenta. 
Mettere in un pentola alta un litro di acqua: salare, aggiungere poco olio e poco prima che bolla (deve solo fremere o farà i grumi) versare a pioggia 300 g di farina di mais, sempre mescolando. Fare cuocere la polenta, senza smettere di mescolare, per circa 45 minuti. Servirla fumante con il baccalà.

Per il baccalà
Lavare il baccalà. Poi scolarlo bene, spelarlo, diliscarlo e tagliarlo a pezzi.
Lavare e tritate carota, cipolla, sedano, prezzemolo: mettere il trito in una casseruola con l'olio e farlo appassire a fiamma bassa. Volendo si può sostituire con un po' di dado casalingo, NO dadi  industriali.
Aggiungere i pezzi di baccalà e farli dorare. Unire i pomodori rotti con le mani, un po' di sale e pepe appena macinato. Coprite e cuocere per circa 30-40 minuti. A fine cottura  aggiungere le olive.
Mettere la polenta in un vassoio e disporre nel mezzo il baccalà con la salsa.
Io preferisco comporre piatti singoli con  polenta  e baccalà.

Questo piatto è senza  lattosio e  senza  glutine. Controllare  sulla confezione di mais che provenga  da  stabilimenti dove non c'è  contaminazione di glutine.

6 commenti:

  1. Che meraviglia questo piatto rustico ma cosi saporito e goloso... mi segno la ricetta e appena posso lo preparo! A presto LA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, secondo me i piatti di casa hanno qualcosa di unico. E' il sapore "di casa" a farli diversi :)

      Elimina
  2. Con questo freddo, l'idea della polenta, soprattutto condita in modo così saporito, mi tira moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fredod e l'inverno hanno una loro funzione tutto sommato perché ci permettono di cucinare piatti impossibili d'estate. :)

      Elimina
  3. Con me sfondi un portone aperto. Adoro il baccalà con la polenta. Proprio così l'ho preparato la settimana scorsa per condire la pasta, ma con un avanzo di polenta fritta ci ho fatto la "pucia", davvero un piatto salva inverno. Sai anche io ho preferito eliminare l'alloro per l'origano. Ciao e buona serata. Stefania

    Tra monti, mari e gravine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non devo abusare di polenta perché la mangerei mattina e sera. Invece su baccalà non ho limiti per cui quando posso lo mangio volentieri.

      Elimina