07 maggio 2018

Il Kimchi-jeon coreano, la ricetta del lunedì.




I "jeon" sono dei pancake coreani che vengono conditi con ingredienti diversi. Tempo fa avevo preparato i nokdu-jeon, pancake di fagioli mungo, durante  una lezione di cucina presso l'Istituto Culturale Coreano di Roma. Pochi mesi fa ne ho seguita un'altra sul kimchi e avevo tenuto un po' di questo ingrediente a "maturare"  in frigo.
Per chi non sa cosa  sia  il kimchi dico solo che è un  cibo fermentato che ha come ingrediente base il cavolo cinese, ma non solo. Infatti si  può preparare con altre verdure, come ad  esempio i cetrioli. Il kimchi è stato  dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per le  sue  proprietà pro biotiche.
In breve da quando ho conosciuto meglio la cucina coreana mi sono anche appassionata  di fermentazioni, ho approfondito e ho scoperto che è una pratica molto più diffusa di quanto si immagini ed è  vecchia  come  il mondo. In pratica è il primo metodo di  conservazione che l'uomo ha  messo in pratica quando non esistevano i frigoriferi.

Nel frattempo ho seguito anche due corsi sulle fermentazioni casalinghe, tenuti da Carlo Nesler di Cibo Officina, in cui abbiamo preparato crauti, verdure in salamoia, yogurt, aceto, miso, koji, amazake, kefir, kombucha, ruguada marina, kimchi italiano e tanto altro. QUI  ne parlo un po', ma  ci sarebbe così tanto da dire che ci tornerò su spesso. Questi corsi si sono tenuti presso Semi'n'aria, Azienda agricola e Laboratorio Alimentare di Pina Fioretto
Durante i corsi si mangia tutti insieme, si assaggiano alcune cose preparate e si porta qualcosa da casa.
Stavolta  per  restare in tema ho preparato il  kimchi-jeon, cioè i pancake  coreani con  il kimchi.
Ho trovato  molte  ricette sul  web, molto utile leggere il blog Kimchi e Basilico che  riporta molte  ricette coreane, oppure mi affido spesso al canale  YouTube di Maangchi, che è anche  molto  simpatica.
Ho trovato ricette con o senza uova ma alla fine ne ho adattata una mia  personale, senza  glutine e  senza lattosio.

2 uova
1 tazza di kimchi tritato
erba cipollina
150 g farina di riso
1 tazza di acqua fredda  
2 cucchiaini di sale



Mescolare tutti gli ingredienti per la pastella (uova, farina, acqua e sale). Se è troppo densa aggiungere acqua, deve essere "collosa". Aggiungere l'erba  cipollina e il kimchi tritato.
Ungere e scaldare un padellino quadrato  o  rettangolare. Versare un po' di composto e quando è rappreso su fondo ma in superficie è ancora umido arrotolarlo su sé stesso come per fare una frittata  giapponese.
Preparare le altre frittatine con il resto del composto lasciandogli la forma quadrata. Tagliare a  cubetti e servire con erba cipollina fresca e salsa agrodolce coreana. (prossimamente la  ricetta  della  salsa agrodolce)




Nessun commento:

Posta un commento