26 giugno 2014

Da Cerignola a San Francisco e ritorno, di Cristina Bowerman



Non è un  libro di ricette anche se le ricette ci sono. E'  il racconto  della  vita  di Cristina Bowerman e di  come lei vede  la vita in generale.
Tutto ruota  intorno al  suo personalissimo decalogo, quelle che lei chiama le sue regole per osare. 10 regole valide per  tutti, non importa che siamo cuoche o insegnanti o madri di famiglia, uomini o  donne e  che l'aitrice  ha seguito  nel  suo percorso dalla  Puglia, all'America fino a Roma:



1)    Ricordati da dove vieni
Anche se decidiamo di andare lontano, non dobbiamo mai dimenticare quali sono le nostre origini, anche in cucina. Per me, i luoghi dove sono nata e cresciuta e la mia famiglia restano sempre una grande fonte di ispirazione.


2)    Trova la forza di essere diversa
Andare controcorrente non vuol dire per forza essere ribelle, ma prendere consapevolezza delle proprie idee – anche se non sono condivise dai più – e portarle fino in fondo.

3)    Sappi sempre dove vuoi andare
Darsi degli obiettivi, accettare di cambiarli anche più volte nella vita, e raggiungerli con determinazione e a piccoli passi. L’importante è avere un progetto, e fare di tutto per costruirlo.


4)    Rispetta te stessa e il mondo in cui vivi
Il rispetto per sé stessi è fondamentale tanto nel lavoro che nella vita privata, così come quello per gli altri: dai collaboratori ai clienti. Senza dimenticare il rispetto per gli ingredienti e per il mondo in cui viviamo.


5)    Fatti valere: contro gli stereotipi della donna in cucina
Sesso debole? Nemmeno per idea. Grinta, determinazione e allenamento – proprio come per gli sportivi – possono aiutare ad azzerare le differenze di genere in cucina.


6)    Ripartire dalla Stella
Quanto conta una Stella Michelin? E cosa fare dopo averla ottenuta? L’importante è non sedersi sugli allori, e non smettere mai di migliorarsi.


7)    Non piangerti addosso e guarda avanti con fiducia
Viviamo in tempi difficili, ma l’autocommiserazione non ha mai aiutato nessuno. Bisognerebbe sempre avere la capacità – ma soprattutto la voglia – di reinventarsi, di spingersi oltre, di trovare gli stimoli giusti per migliorarsi.


8)    Abbi il coraggio di essere un leader
Guidare altre persone non è facile. Bisogna avere la stoffa, e il coraggio, di conquistare il rispetto e la stima dei propri collaboratori, e imparare a valorizzarne doti e aspirazioni.


9)   Abbraccia altre culture… e lascia andare le cose
Viaggiare apre la mente, ma alla base ci deve essere un’innata curiosità per ogni aspetto delle altre culture, a partire dal cibo. Imparando da ogni luogo e da ogni esperienza, ma senza appesantire il proprio “bagaglio”.


10)  Non smettere mai di imparare: il segreto per rimanere giovani
Studiare, imparare cose nuove, non smettere mai di essere curiosi anche di cose apparentemente inutili. Se all’avanzare dell’età anagrafica non c’è rimedio, l’importante è mantenere sempre in attività la propria mente.
Al libro è  collegato  il sito CristinaBowerman.com  dove ci sono le  regole, le foto e anche i passaggi per  realizzare le  ricette descritte  nel  testo.

Alla presentazione da Romeo Chef&Baker c'ero anche  io e conoscendo Cristina ormai da un po' di anni mi permetto di aggiungere un punto fuori lista che la rispecchia molto a mio parere, ed è coerenza. Perchè possiamo avere 2 o 1.000 regole ma l'importante è avere la costanza di seguirle noi per primi come fa Cristina e questo a mio parere è il grande esempio che dà.

Foto di Andrea  Federici
Illustrazioni di Alberto  Rinaudo
ufficio stampa: Luciana Squadrilli
comunicazione@romeo.roma.it
Le  mie foto  della presentazione sono su  Facebook
Ho realizzato anche un mini video e  ho ricevuto l'autorizzazione  dello chef  e di Farncesca Romana barberini per pubblicarlo.




2 commenti:

  1. che meraviglia, mi tocca comprarlo, anch'io sono di Cerignola e vivo a Roma...lei è veramente in gamba, merita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, lo sto leggendo ed è davvero istruttivo ;-)

      Elimina